F

I SAPORI DEL MEDITERRANEO A UN PASSO DAL MARE.

FOOD

La gastronomia del suo ristorante ha fatto la storia di Conca del Sogno. La qualità e la freschezza delle materie prime utilizzate in maniera semplice, nel rispetto della tradizione e con grande sapienza, una cantina all’altezza delle aspettative degli Ospiti più esigenti, il profumo del mare a pochi passi, che esalta i sapori e li rende ancora più intensi.

STORIE DI MARE

Il rumore delle onde, la brezza marina, l’odore del mare, il pescato fresco...
tradizioni marinare e prodotti del territorio in tavola con voi.

La baia di Recommone è un’oasi di benessere che regala una profonda sensazione di armonia e pace. La gente del luogo respira da sempre questa magia e custodisce con rispetto la bellezza di una natura generosa e benevola.

LA GENTE DI MARE

La tradizione marinaresca dei luoghi della Costiera è custodita dai pescatori locali che quotidianamente, alle prime luci dell’alba, sono già di ritorno dalla battuta di pesca.

I DONI DEL MARE...

Il pesce è il protagonista della cucina di Conca del Sogno, rigorosamente freschissimo, bottino di una notte sotto le stelle che i pescatori riversano nella vasca all’interno del ristorante, vanto dei padroni di casa, che fanno della qualità delle materie prime un punto d’onore.

... E DELLA TERRA

Da questo mare e da questa terra arrivano doni preziosi di bontà, che si trasformano nei piatti che da decenni la famiglia Tizzani propone ai suoi Ospiti, sempre con la stessa genuinità e lo stesso calore, e con la sapienza di una tradizione trasmessa da genitori a figli, l’eredità più preziosa da custodire e condividere.

PRENOTA UN TAVOLO

P

POSITION

Una terra seducente come il canto delle Sirene.

La brezza, i bagliori dorati dell’acqua, le fragranze mediterranee, una piacevole compagnia. Il preludio di un incontro perfetto.

a

agenda

Aprile 2017


Settimana Santa in Penisola Sorrentina

Le Processioni, senza bisogno di altra specificazione, in penisola sono quelle della Settimana Santa, che toccano da sempre le corde più profonde della devozione sorrentina.

more