Chi Siamo

indietro
italian english
facebook

Nel dopoguerra l'area in cui sorge il Ristorante Bar La Conca del Sogno snc dei F.lli Tizzani, era il luogo di lavorazione ed imbarco di pietre per destinazione edilizia e commerciale. La cava di pietra era, già allora, gestita dal bisnonno degli attuali gestori, il quale era anche proprietario del suolo attiguo alla cava stessa. L'attività di estrazione durò sino alla fine degli anni cinquanta. Ben presto, la pietra, divenne materia prima di costruzione antieconomica e, conseguentemente, in breve tempo, venne abbandonata l'estrazione e la vendita della pietra. Fu allora che il figlio del titolare della cava, Pietro Tizzani, padre dei gestori odierni, valutando la bellezza del posto e la posizione strategica dello stesso rispetto alla Marina del Cantone, vicino ma esclusivo, pensò alla creazione di un piccolo ristorante familiare di buona cucina a base di specialità marinare da gestire insieme alla moglie Giuseppina. Si cominciò quindi, con uno spazio che comprendeva un giardino con pergolato e una piccola stanza destinata alla cucina casereccia incentrata soprattutto alle prelibatezze marinare del nostro golfo. I coniugi Tizzani, così, crearono un ristorante a conduzione familiare. Grazie alla bellezza e tranquillità del posto, ma soprattutto alla prelibatezza ed alla freschezza dei cibi, oltre che, all'affabilità dei coniugi Tizzani, l'idea di Pietro Tizzani e della moglie Giuseppina, il Ristorante Bar La Conca del Sogno ebbe grandissimo successo al punto che in pochi anni, accresceva sempre più la propria fama, ricevendo attestati di stima da parte di esperti, giornalisti, star del cinema, politici, e personalità di ogni genere. Nel 1992 il Ristorante Bar La Conca del Sogno passa dalla gestione di Pietro e Giuseppina Tizzani , a quella dei loro figli Orlando, Anna, Antonella e Francesca, con immutata tradizione dal punto di vista gastronomico e con una veste architettonica, ben lontana del vecchio pergolato con annessa piccola cucina da cui papà Pietro e sua moglie Giuseppina sono partiti in quest'avventura...